Svelare l’invisibile a Venaria Reale. La conservazione preventiva del patrimonio culturale. | La Venaria Reale

Svelare l’invisibile a Venaria Reale. La conservazione preventiva del patrimonio culturale.

L’obiettivo del progetto è stato divulgare la conoscenza consapevole delle pratiche di conservazione preventiva partendo dall’educazione e coinvolgendo attivamente gli studenti.

Progetto di Alternanza Scuola Lavoro

Articolato in tre fasi di lavoro,  il progetto ha coinvolto gli studenti in esperienze e incontri con diverse figure professionali impegnate direttamente nelle attività di conservazione preventiva.

In un primo momento il lavoro è stato svolto al Centro di Conservazione e Restauro, grazie al confronto con il diagnosta dei beni culturali e con il restauratore.

In seconda battuta le attività si sono spostate alla Reggia di Venaria dove, con l’aiuto dello staff della comunicazione e dei servizi educativi, gli studenti hanno avuto l’opportunità di approcciare il tema secondo differenti punti di vista.
L’esperienza presso i due enti coinvolti, infatti, ha consentito loro di mettersi alla prova con l’analisi e lo studio dei contesti espositivi e dei possibili rischi, sperimentando l’approccio interdisciplinare e il lavoro d’équipe quali basi indispensabili nell’attività di prevenzione.

Inoltre, grazie alla guida degli esperti, gli studenti hanno potuto cimentarsi nella definizione di strumenti informativi e divulgativi sul tema della conservazione guardando a differenti target di visitatori.

Il percorso è stato arricchito da una visita al Castello di Versailles e si è concluso con la presentazione al pubblico dei risultati del lavoro e degli strumenti realizzati dagli studenti.


Il progetto è  stato elaborato e realizzato in collaborazione con i docenti del Liceo Giordano Bruno di Torino, i Servizi Educativi della Reggia di Venaria e i Servizi Educativi del Centro Conservazione e Restauro la Venaria Reale.

I due video sono stati realizzati dalla classe III A e dalla classe IV DL del Liceo Giordano Bruno.

Condividi