Ludovica di Savoia, una principessa dimenticata | Eventi | La Venaria Reale

Ludovica di Savoia, una principessa dimenticata

Conversazioni a Corte

Tre Conversazioni nel Salone di Villa della Regina 

Fra maggio e giugno 2022 tre conversazioni dedicate alla figura della principessa Ludovica di Savoia

Nell’ambito d’un ciclo di studi sulle figure femminili di Casa Savoia, la Direzione Regionale Musei Piemonte e il Centro Studi del Consorzio delle Residenze Reali Sabaude hanno avviato un progetto dedicato a Ludovica di Savoia (1629-1692).

La principessa fu una figura centrale nella politica sabauda del Seicento. Il suo matrimonio con lo zio Maurizio, già cardinale, avvenuto quando aveva solo tredici anni e imposto dalla ragion di Stato, fu in seguito motivo di imbarazzo per gli storici della dinastia, per cui la sua figura è stata a lungo rimossa e sottovalutata. Il programma si propone di indagarne e ricostruirne la figura nell’ambito delle dinamiche dinastiche, politiche, culturali e artistiche sabaude.

Nel Salone di Villa della Regina sono previste tre conversazioni fra maggio e giugno 2022 e un convegno il 24 ottobre.

Le Conversazioni

Mercoledì 25 maggio, ore 17
Ludovica in villeggiatura
Cecilia Veronese (Università di Padova),

Ludovica di Savoia nel corso della sua vedovanza trascorse lunghi periodi nella residenza dei marchesi Doria di Ciriè. Le fonti della retorica ufficiale, i conti e le testimonianze della microstoria locale raccontano dell’opzione di favore riservata dalla principessa a palazzo Doria, una residenza familiare, dove ebbe la possibilità di riplasmare spazi, tempi e dinamiche sociali della famiglia, evadendo le regole del tempo della città e della delizia, fuori dal rigido calendario della corte ducale. 

Cecilia Veronese. Dottoranda di ricerca in Storia dell’Arte presso l’Università di Padova con un progetto di ricerca sulla cultura figurativa e il contesto operativo del pittore Corrado Giaquinto a Roma (1727-1753),  s’è formata all’Università di Torino e ha collaborato con diversi organi di ricerca sul territorio piemontese, fra cui il Centro studi delle Residenze Reali Sabaude e la Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura della Compagnia di San Paolo per la realizzazione della mostra Sfida al Barocco. Roma, Torino, Parigi (1680-1750) tenutasi nell’autunno 2020 presso la Reggia di Venaria. 

Mercoledì 8 giugno, ore 17
Ludovica: principessa cacciatrice
Bruno Farinelli (Università di Anversa)

Figlia di Vittorio Amedeo I e Cristina di Francia, Ludovica di Savoia fu una figura di primo piano del Seicento sabaudo. Nipote e sposa di Maurizio, il cui matrimonio pose fine al conflitto civile che insanguinò il ducato, la principessa fu ammirata dai contemporanei per la grande maestria nell’arte venatoria. La sua passione per la caccia sarà al centro dell’intervento, che metterà in luce come il linguaggio e la simbologia venatori fossero per la principessa sabauda una modalità di espressione del proprio potere e del proprio ruolo.

Bruno Farinelli.  Formatosi presso il Dipartimento di studi storici dell’Università di Torino, è dal 2019 dottorando di ricerca presso il Centre for Political History dell’Università di Anversa con il progetto “Hunting for Ambition. The Royal Hunt and the Representation of Power at the Court of Savoy”. Ha al suo attivo la pubblicazione di diversi studi sulla caccia alla corte sabauda fra cui il recente «Servitutis condigna merces». I cacciatori ducali ad Altessano Superiore tra XVI e XVII secolo in Studi da Venaria, a cura di A. Merlotti, Torino, CSP, 2021, pp. 1-10.

Mercoledì 15 giugno, ore 17
La committenza di Ludovica per l’attuale Villa della Regina
Maria Vittoria Cattaneo (Politecnico di Torino)

Ludovica di Savoia fu  figura di rilievo nel contesto della committenza sabauda del XVII secolo. In ambito architettonico, in particolare, dopo la morte del principe Maurizio portò avanti progetti già avviati dal consorte e attuò scelte proprie, con esiti significativi per le sue residenze – tra cui l’attuale Villa della Regina –, sempre avvalendosi dell’opera degli ingegneri luganesi Tosetti.

Maria Vittoria Cattaneo. Architetto, dottore di ricerca in “Storia e Critica dei Beni Architettonici e Ambientali”, collabora alla didattica e svolge attività di ricerca presso il Politecnico di Torino, Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio (DIST). Da tempo attiva in progetti di ricerca con Istituti scientifici di rilevanza internazionale, si occupa di storia dell’architettura, di storia della città e del territorio e di temi legati all’attività delle maestranze lacuali nello Stato sabaudo, con particolare interesse per il periodo barocco. È autrice di diversi contributi scientifici sotto forma di monografie, articoli e saggi.

Dove
Villa della Regina, Strada Margherita 79
Quando
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Mercoledì, 08 Giugno 2022
Mercoledì, 15 Giugno 2022
Come

Ingresso gratuito

Info e prenotazioni
tel. +39 011 8195035; e-mail: [email protected]

 

Condividi

Invia ad un amico
  • Facebook
  • Twitter